Il ruolo delle cooperative nella Cooperazione Internazionale allo Sviluppo

Di seguito il video che racconta gli eventi del Semestre di Presidenza Europea portati avanti dall’Alleanza delle Cooperative Italiane in partnership con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Advertisements

Tutti i documenti del Roadshow “Cooperative e sviluppo”

Di seguito riportiamo gli interventi di alcuni dei relatori che hanno partecipato ai cinque eventi del Roadshow “Cooperative e sviluppo” organizzato dall’Alleanza delle Cooperative Italiane in partnership con la Direzione Generale della Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in occasione del Semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea.

Il documento conclusivo dell’Alleanza delle Cooperative Italiane (scarica il Summary)

“Le cooperative: partner strategico per una nuova cooperazione internazionale allo sviluppo multi-stakeholder”

———————–

Le conclusioni del Consiglio Affari Esteri del Semestre di Presidenza italiana qui

“Un ruolo più incisivo del settore privato nella cooperazione allo sviluppo: una prospettiva orientata all’azione”

———————–

Roma – 16 Settembre 2014 (Scarica il Concept Note e il Programma)

“Il ruolo delle cooperative, strumenti e indicatori per coniugare crescita e sviluppo sostenibile”

Simel Esim – ILO Coop Unit

Rodrigo Gouveia – International Cooperative Alliance

Silvia Stilli – Reti ONG italiane (AOI, CINI, Link2007)

Giampiero Calzolari – Granarolo, video del progetto con Cefa Onlus.

 ———————–

Trento – 30 Settembre 2014 (Scarica il Concept_Note e il Programma)

ONG e imprese, un dialogo possibile per gli obiettivi post 2015”

Lapo Pistelli – Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Maria Egizia Petroccione – Reti ONG italiane (AOI, CINI, Link2007)

Francesco_Capecchi – DGCS Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

 ———————–

Bari – 18 Ottobre 2014 (Scarica il Concept Note e il Programma)

Dal Seme al Cibo. Cooperazione, agricoltura sostenibile e sicurezza alimentare

Luciano Centonze – Reti ONG italiane (AOI, CINI, Link2007)

Marco Pagano – Alleanza delle Cooperative Italiane

Claudio Pennucci – Conserve Italia (video)

Alessandro Mazzoli – Coop Italia

———————–

Padova – 28 Novembre 2014 (Scarica il Concept Note e il Programma)

“Finanza cooperativa e finanza etica per lo Sviluppo”

Johnatan N. Agwe – IFAD

Sergio_Lugaresi – World Bank

Sergio_Gatti – Federcasse

Francesco_Capecchi – DGCS Ministero degli Affari Esteri e delle Cooperazione Internazionale

Danilo Salerno – Coopermondo

Paolo Dieci – Reti ONG italiane (AOI, CINI, Link2007)

Margherita Romanelli – GVC Italia

Alberto Lanzavecchia – Università di Padova

Private Sector for Development

Dal Semestre di Presidenza Ue al Post2015: bilancio e prospettive dell’impegno delle cooperative italiane nella cooperazione internazionale per lo sviluppo.

L’ultima delle cinque conferenze che l’Alleanza delle Cooperative Italiane organizza nel ciclo di incontri del Semestre di Presidenza dell’UE in partnership con la DGCS del MAECI vuole far emergere un bilancio dei precedenti eventi tematici e individuare tracce di lavoro, impegno e opportunità per le cooperative nella cooperazione allo sviluppo.

Le cooperative, con il loro modello di business che coniuga l’inclusione sociale di quanti non hanno accesso a un lavoro dignitoso l’efficienza economica nella produzione di beni e servizi, sono chiamate a giocare un ruolo determinante in questo nuovo assetto internazionale. Devono essere un ponte tra le ong, di cui riconoscono l’esperienza storica e la profonda conoscenza delle dinamiche che causano diseguaglianze e sottosviluppo, e un settore privato profit in grado di fare propri i principi e i valori della solidarietà internazionale. 

Il ciclo di eventi ha fatto dialogare sulle sfide globali per lo sviluppo “post2015” i due lati della cooperazione: attori pubblici e sistema cooperativo. Quest’ultimo incontro supera la logica delle testimonianze o l’illustrazione delle buone pratiche che ha caratterizzato gli eventi precedenti; piuttosto di cercherà di favorire un dialogo strategico per una collaborazione futura nell’ottica di un partenariato pubblico-privato per lo sviluppo e per la crescita sostenibile.

L’evento si svolgerà il 30 gennaio 2015 presso la Sala delle Conferenze Internazionali al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Piazzale della Farnesina 1, Roma) dalle 09.30 alle 13.30.

Scopri il Programma

Per partecipare all’evento è necessario iscriversi qui entro mercoledì 28 gennaio.

Finanza cooperativa e finanza etica per lo sviluppo

Le straordinarie risorse naturali e umane che possiedono molti paesi in via di sviluppo vengono troppo spesso sfruttate o trasferite nelle zone ricche del mondo. Per generare crescita e sviluppo sostenibile nelle economie più deboli è fondamentale iniziare ad invertire i flussi della ricchezza, mantenendo le risorse e i risparmi sui territori che li producono. Per questo il tema della gestione diretta dei flussi di risparmio e di credito da parte delle comunità locali è una leva che può rivelarsi assai potente per dare reali prospettive di crescita e progresso sostenibile ai paesi in via di sviluppo.
La “finanza popolare” – le casse di credito comunitarie, le casse cooperative, le banche di villaggio e in generale i soggetti di raccolta del risparmio e di erogazione del credito fortemente partecipati dalle comunità – è fortemente orientata a obiettivi di sviluppo durevole e inclusivo. In particolar modo la finanza rurale, definita dalla World Bank come la provvigione di un insieme di servizi finanziari a individui che risiedono nelle zone rurali, basa il suo impegno in investimenti sostenibili in una circolarità di rischio-fiducia-credibilità (accountability).
La finanza cooperativa, che da sempre ridistribuisce la ricchezza tra i propri membri sul territorio, e la finanza etica, che fa della trasparenza il suo principio fondante, possono dare un enorme contributo alla generazione di ricchezza e risparmi locali nei paesi in via di sviluppo.
Illustri relatori ne discuteranno durante l’evento “Finanza cooperativa e finanza etica per lo sviluppo” che si terrà a Padova, il 28 Novembre, presso l’aula E del Palazzo del Bo (Università di Padova) in via 8 febbraio, 2 dalle 9.00 alle 14.00.
Scopri il Programma
Per partecipare all’evento è necessario iscriversi qui

FROM SEED TO FOOD

Cooperation, sustainable agricolture and food security.

Food security and sustainable agricolture are among the most urgent problems that the International Community has to face in its post2015 Agenda. In the world, demand for food increase above 4,5% per year while food supply growth only by 2%.
According to the International Fund for Agriculture Development (IFAD), 70% of the poor population lives in rural areas where a fair knowledge and adeguate implementation of agricultural activities could improve their living standards. The Food and Agriculture Organization (FAO) declared that in 2050 global population will reach 9 billions and food production would have to increase by 60% to satisfy such needs.
Agriculture cooperatives, that counts by almost 50% of the global agricolture , could play a key role in the fight for poverty and food security. Moreover, to promote sustainable growth and development in partner countries, best practices of the Italian business model of small and medium enterprises (SMEs) is easily reproducible, as more similar to form of organisations that already exists in those territories.
The event From Seed to Food (Eng_Programme_18Oct_Cooperatives_Development_Bari) organised in partnership with Direction General for Development Cooperation of the Italian Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation and with CIHEAM- Mediterranean Agronomic Institute of Bari, will take place October 18th in the Aula Magna of the Mediterranean Agronomic Institute in Via Ceglie 9, Valenzano – Bari from 8.30 am to 1.30pm.
Please confirm your participation by registering here

DAL SEME AL CIBO

Cooperazione, agricoltura sostenibile e sicurezza alimentare. La sicurezza alimentare e l’agricoltura sostenibile sono tra i problemi più urgenti che la comunità internazionale si trova ad affrontare nel suo programma di azione post2015. Nel mondo la domanda di cibo cresce di oltre il 4,5% annuo, mentre l’offerta aumenta solo del 2%.

Secondo l’IFAD, il 70% della popolazione al di sotto della soglia minima di povertà vive in zone rurali, dove un’adeguata conoscenza e implementazione di attività agricole potrebbe migliorare la situazione di difficoltà in cui si trova. Inoltre la FAO ha reso noto che nel 2050, quando la popolazione globale toccherà i 9 miliardi di abitanti, ci sarà anche bisogno del 60% di produzione di cibo in più.

Le cooperative agricole, che contano per circa il 50% del fatturato agricolo mondiale, possono giocare un ruolo chiave nella lotta alla povertà e per la garanzia della sicurezza alimentare. Inoltre, per promuovere una crescita e uno sviluppo sostenibile nei paesi partner, il modello di eccellenza delle piccole e medie imprese italiane è più facilmente reperibile e replicabile, in quanto più simile alle forme di organizzazione già esistenti in quei territori.

L’evento Dal Seme al Cibo (Programma_18Ott_Cooperative_Sviluppo_Bari) organizzato in partnership con la Direzione Generale della Cooperazione allo Sviluppo (DGCS) del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e con l’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari (CIHEAM – Bari), si terrà il 18 Ottobre nell’Aula Magna dell‘Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari in Via Ceglie 9, Valenzano dalle ore 8.30 alle ore 13.30. 

Per partecipare è necessario iscriversi qui

Cooperative e sviluppo internazionale sostenibile: Un semestre di eventi

L’Alleanza delle Cooperative Italiane, insieme alla Direzione Generale della Cooperazione allo Sviluppo (DGCS – MAE), promuove una serie di eventi sul territorio italiano per alimentare il dibattito sul ruolo del settore privato nella Cooperazione allo sviluppo. Per ogni singolo evento è necessario registrarsi ai seguenti link:

“Il ruolo delle cooperative,  strumenti e indicatori per coniugare crescita e sviluppo sostenibile”
16 Settembre, Roma – Palazzo della Cooperazione

“Ong e imprese: un dialogo possibile per gli Obiettivi post2015”
30 Settembre,  Trento – Sala Depero, Palazzo della Provincia Autonoma di Trento

“Dal seme al cibo: cooperazione per l’agricoltura sostenibile e la sicurezza alimentare”
18 Ottobre, Bari – Istituto Agronomico del Mediterraneo

“Finanza cooperativa e finanza etica per lo sviluppo”  
28 Novembre, Padova – Università degli Studi di Padova

 

Scarica il calendario completo degli eventi Cooperative&Sviluppo